Venerdì 28 Aprile dalle ore 20

Poiché è giocoforza rinunciare a progetti cosi terreni e dovendo pure fare una cernita, ci perdoni lo spettatore se abbiamo lasciato da parte ogni considerazione concreta, dedicando la nostra raccolta alle meraviglie più “metafisiche”, più nascoste, in una parola più spettacolari.

Perché abbiamo voluto fare un Kabarett che sia di consultazione (preziosa per ogni studioso o scrittore o conversatore) ma anche di appassionata percezione. Cosi “La Calaca” non si limita agli accadimenti normali ma di ogni soggetto segnala le singolarità, gli aneddoti e le leggende, quando ci sono, tutto ciò insomma che lo rende “curioso”…
È divenuto cosi questo Kabarett una parata originale, una brillante cavalcata nello spazio e nel tempo.

Annunci