confico

Ai nostri giorni assistiamo ad una tensione verso l’annullamento dei confini geografici, immaginari ed identitari e contemporaneamente persiste in maniera forte un bisogno di riconoscimento identitario.
Queste due pulsioni si costruiscono attorno a due importanti punti cardinali:
Il corpo, ovvero quel luogo fisico che ci appartiene e comporta limiti e possibilità nell’esperienza quotidiana; quella parte di noi più visibile che ci rende subito simili a qualcuno e diversi da altri. Il corpo, con la sua fisicità imprescindibile, è il puntello su cui si articolano i discorsi sulla nostra origine e sul nostro desiderio.
Il territorio, lo spazio in cui un corpo può muoversi e scambiare con gli altri.

Ingresso gratuito ad offerta libera

Domenica 6 ottobre – Bagni Pubblici di Via Aglié

13 — Pranzo sociale
15 – Qui e altrove: dove sta la tua casa?
—— Sociodramma in collaborazione con Transiti (www.transiti.net)
17.30 – Identità e territorio: le radici che mi appartengono
———- Dibattito a due voci con Salvatore La Mendola e Giovanni Leghissa
19.30 – Premiazione del contest fotografico